Archaischer Torso Apollos – Rainer Maria Rilke

Non conoscevamo il suo capo inaudito,
nel quale maturano i bulbi oculari. Ma
il suo busto arde ancora come un candelabro,
nel quale il suo sguardo, solo volto all’indietro,

resta e riluce. Altrimenti non potrebbe accecarti
la curvatura del petto, e nel sottile volgere
delle membra non potrebbe scorrere un sorriso
fino a quel mezzo, che portò la procreazione.

Tuttavia questa pietra starebbe deformata e monca
sotto l’architrave trasparente delle spalle
e non scintillerebbe così come una belva feroce;

e non eromperebbe da tutti i suoi bordi
come una stella: poichè lì non c’è nessun posto,
che non ti guardi. Devi cambiare la tua vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*