Das Karussell – Rainer Maria Rilke

La giostra

Giardini di Lussemburgo

L’ammasso si gira con il tetto e
la sua ombra per un piccolo attimo
(l’ammasso) di cavalli colorati, tutti dalla campagna,
che a lungo indugia, prima di terminare.
E precisamente alcuni sono legati al carro,
ma tutti hanno coraggio nella loro espressione;
un feroce, rosso leone va con loro
e di quando in quando un elefante bianco.

Persino un cervo è lì, praticamente come nel bosco,
solo che porta una sella e su questa
è seduta una piccola bambina vestita di blu.

E sopra al leone cavalca bianco un giovane
e si tiene con la piccola mano calda,
mentre il leone mostra i denti e la lingua.

E ogni tanto un elefante bianco.

E loro vanno sopra i cavalli,
anche ragazze, chiare, ormai quasi
cresciute per questi salti sui cavalli; nel mezzo dello slancio
alzano lo sguardo, da qualche parte, fuori

E ogni tanto un elefante bianco.

E questo procede e si affretta, così che finisce,
e gira e si gira solamente e non ha nessuna meta.
Uno rosso, uno verde, uno grigio passano,
un profilo breve e appena accennato -.
E ogni tanto un sorriso rivolto verso di qua,
beato, che acceca e si dona
a questo gioco cieco senza respiro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*