Die Drei – Lenau

Tre cavalieri dopo una battaglia persa,
come cavalcano così leggeri, così leggeri!

Da ferite profonde sgorga il sangue,
il cavallo sente il flusso caldo.

Dalla sella gocciola il sangue, dal bordo,
e porta con se polvere e schiuma.

I cavalli camminano dolci e leggeri,
altrimenti scorrerebbe il sangue troppo velocemente, troppo abbondante.

I cavalieri cavalcano in stretta compagnia,
e uno si tiene all’altro.

Si guardano in faccia tristi,
e uno dice all’altro:

“a casa mi fiorisce la più bella fanculla,
perciò mi fa male una morte precoce”.

“Ho una casa e una corte e un bosco verde,
e devo morire qua così presto!”.

“Il mio sguardo è nel mondo di Dio,
altrimenti mi risulterebbe dura la morte”.

E in agguato sulla cavalcata di morte
volano attraverso l’aria tre avvoltoi.

Se li dividono gracchiando tra di loro:
“tu mangi questo, tu quello, e io questo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*