Die gestundete Zeit – Ingeborg Bachmann

 

Il tempo dilazionato

 

Vengono tempi più duri.

Il tempo dilazionato fino a nuovo ordine

Diviene visibile all’orizzonte.

Presto ti dovrai allacciare la scarpa

E ricacciare i cani nel cortile.

Quando le viscere dei pesci

Si raffreddano al vento.

La luce dei lupini brucia debolmente.

Il tuo sguardo fila dritto nella nebbia:

il tempo dilazionato fino a nuovo ordine

diventerà visibile all’orizzonte.

 

Dall’altra parte l’amata ti affonda nella sabbia,

le calpesta i capelli mossi,

le toglie la parola,

le ordina di tacere,

la trova mortale.

E disposto all’addio

Dopo ogni abbraccio.

 

Non guardarti attorno.

Allaccia la scarpa.

Ricaccia i cani.

Getta i pesci nel mare.

Spegni i lupini!

 

Verranno giorni più duri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*