Penthesilea – Heinrich von Kleist

L’opera inizia sul campo di battaglia di fronte alla città di Troia. L’assedio dei greci viene disturbato dalle Amazzoni ed essi vengono inoltre attaccati da queste donne guerriere. I combattenti non sanno con quale avversario si stanno misurando e cercano di stabilire un contatto con la regina delle Amazzoni Penthesilea per capire il motivo di questo attacco.

Nella seconda scena i greci vengono a sapere che Achille, uno di loro, è stato catturato da Penthesilea. Da un messaggero veniamo a sapere che le Amazzoni avevano sorpreso i greci e avevano accerchiato il Pelide Achille che inizialmente aveva cercato di fuggire senza successo. In seguito tuttavia, dopo la caduta di Penthesilea da cavallo, Achille era riuscito a fuggire.

Nella quarta scena i greci acclamano la fuga di Achille, mentre le Amazzoni festeggiano nella quinta scena la loro vittoria, che tuttavia scatena la rabbia di Penthesilea e che culmina in una lite con Prothoe, la sua più fidata consigliera, con cui farà pace alla fine della scena. Prothoe si è innamorata di uno dei prigionieri, così come Penthesilea di Achille e la sua rabbia era nata dal fatto di non essere riuscita a catturarlo.

La gran sacerdotessa di Diana entra in scena e le Amazzoni cominciano a cogliere delle rose. Tra le donne nasce una specie di battaglia per vedere chi riesce a cogliere le più belle e il maggior numero di rose. Questa situazione viene interrotta dalla comparsa di un’amazzone che annuncia che i prigionieri greci non sono disposti ad accettare la loro ospitalità. In seguito, veniamo a sapere che tradizionalmente le Amazzoni festeggiano “la festa delle rose”, nella quale esse trascorrono il loro tempo con i prigionieri che, dopo aver goduto della loro ospitalità, vengono riaccompagnati nelle loro terre.

Nella scena seguente la battaglia tra Achille e Penthesilea viene riferita alla gran sacerdotessa. Prothoe cerca di convincere la regina delle Amazzoni che sarebbe meglio tornare nella loro patria; tuttavia Penthesilea non la vuole ascoltare e vuole assolutamente rimanere sul posto.

Questo tuttavia è un errore, in quanto poco le donne vengono attaccate dai greci e perdono un gran numero di prigionieri. Penthesilea tuttavia non vuole fuggire, nemmeno nel momento in cui Prothoe le dice che sarebbe rimasta al suo fianco e che sarebbero andate incontro allo stesso destino. Penthesilea è così sotto shock che non riesce a vincere la battaglia contro i greci, inoltre non riesce a muoversi per il dolore e piange.

Nell’undicesima scena ricompare Achille che si presenta nuovamente di fronte alla regina, questa volta senza armi e senza armatura. Comincia una battaglia dalla quale Penthesilea esce ferita e tutti credono che sia morta e lo stesso Achille è molto preoccupato, in quanto è innamorato di lei. La regina delle Amazzoni tuttavia non è morta e si risveglia e le viene detto, con la complicità del Pelide, che Achille ha perso la battaglia ed è loro prigioniero. A ciò segue un dialogo tra i due, nel quale Penthesilea racconta la storia del suo popolo e del suo passato: le Amazzoni sono un popolo guerriero composto da sole donne, nato dalla strage da parte degli Etiopi di tutti gli uomini di questa popolazione. La vendetta delle donne fu il massacro degli Etiopi e la decisione di non ammettere nessun uomo nel loro popolo.

Achille dice di volerla portare nella sua patria e di farla regina, cosa che tuttavia la Amazzoni compresa Penthesilea non accettano. Come controfferta Penthesilea gli offre di portarlo nella sua patria, cosa che il Pelide a sua volta non accetta.

Nella sedicesima scena Achille torna dai greci insieme a Penthesilea che viene liberata poco dopo dalle Amazzoni. Durante la festa per la liberazione della regina un messaggero annuncia che Achille lancia una sfida a Penthesilea. La regina non riesce a capire il motivo di questa decisione, ma accetta la sfida.

Nella battaglia Achille viene ucciso, in quanto si era presentato disarmato e con l’unico scopo di essere imprigionato dalla regina delle Amazzoni per poter godere della festa delle rose. Le sue intenzioni vengono tuttavia comprese troppo tardi dalla regina delle Amazzoni che a sua volta muore per il dolore.

Comments are closed.